Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

210219_DeAliprandini_Pentaphoto_152051.jpgMai uno sciatore trentino era andato a podio in un Campionato del Mondo di sci alpino. A segnare un momento storico per tutto il movimento sportivo provinciale e nazionale ci ha pensato Luca De Aliprandini, 30 anni, di Ville d'Anaunia, ma residente a Riva del Garda. Luca, in seno al Gruppo Sciatori Fiamme Gialle, ha conquistato nella giornata di ieri la medaglia d'argento nello slalom gigante ai Mondiali di Cortina, battuto solo dal francese Mathieu Faivre che si è aggiudicato la vittoria forte di un vantaggio di 63 centesimi.

In passato diversi sciatori trentini erano riusciti ad imporsi sulla scena internazionale conquistando successi in gare di Coppa del Mondo: Angelo Weiss a Chamonix, Chiara Costazza a Lienz, Cristian Deville a Kitzbuhel, Davide Simoncelli in Alta Badia e a Yongpyong e Stefano Gross ad Adelboden, ma mai un podio in eventi iridati.

Per De Aliprandini si tratta del primo podio internazionale dopo aver disputato: 87 gare di Coppa del Mondo, due edizioni dei Giochi Olimpici Invernali (Sochi 2014 e PyeongChang 2018) e due  Mondiali (Are 2019 e Cortina 2021).

Il CONI Trento desidera congratularsi con Luca e tutti i membri del suo staff. Un successo che premia anche il lavoro svolto in questi anni dal Comitato Trentino FISI.


Foto credit: Pentaphoto - www.cortina2021.com

Banner 2