Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

foto rugby trentoLe pari opportunità fanno meta nel Rugby Trento.

Il rugby ha le stesse regole per i maschi e le femmine? L’A.S.D. Rugby Trento è partita da questa domanda che spesso viene fatta ai giocatori e alle giocatrici per avviare il progetto “Generi-amo rugby”. L'iniziativa è sostenuta dal piano giovani di zona Arcimaga e dall'assessorato alle politiche giovanili della Provincia Autonoma di Trento con la collaborazione dell'A.S.D. Rugby Trento, Unitrento Sport, CONI Comitato Provinciale di Trento e Associazione Te@.

Il progetto Generi-amo rugby si propone di dare continuità alla precedente iniziativa del Rugby Trento Femminile dal titolo “imMISCHIAmoci”, proposta e approvata nel 2016 dalle Pari Opportunità della Provincia Autonoma di Trento, in cui si affrontavano gli stereotipi di genere.

Il rugby è uno sport apprezzato da chi lo pratica per i valori di rispetto, sacrificio e sostegno, pur essendo spesso identificato al di fuori come esclusivamente fisico. Tale immaginario comune fornisce stereotipi tradizionalmente associati alla figura maschile.

Tuttavia i diversi ruoli previsti in campo offrono ad ogni fisico e ad ogni età la possibilità di dare il meglio per la squadra. Il rugby è l’unico sport di contatto dove vigono le stesse regole sia per uomini che per donne.

Il presidente dell'A.S.D. Rugby Trento, Luca Della Sala, dichiara: “Per noi è un grande risultato che dalla stagione sportiva 2018/2019 sia nata anche la squadra femminile under 16, che sta crescendo rapidamente, ma vogliamo diventare la prima società di rugby trentina ad avere una squadra femminile che può competere a livello agonistico nazionale nel rugby a XV. Anche la squadra maschile ci sta regalando grandi soddisfazioni quindi… uniti alla meta, come diciamo sempre!”

Le attività del progetto prevedono workshop presso le aule dell’Università di Trento sui temi della psicologia dello sport e sulla parità di genere, oltre a degli allenamenti aperti a tutti presso il campo di via Fersina nel mese di maggio con un torneo amichevole finale a inizio giugno, sempre seguito dal tradizionale terzo tempo.

"Facciamo meta! La psicologia dello sport nel rugby", sarà il titolo del secondo workshop che si terrà martedì 21 maggio al Dipartimento di Lettere dell'Università di Trento, aula 228, dalle ore 16:00 alle 19:00. Relatrice della serata sarà la dott.ssa Elisa Fait, psicologa dello sport e psicoterapeuta.

Proseguono anche gli allenamenti aperti al pubblico: giovedì 23 maggio e 30 maggio dalle ore 19:30 alle 21:30. A seguire terzo tempo con pasta e bibita.

Per ulteriori informazioni:

Marta: 3404122835

 

 

bann sportdiclasse

Banner 2