Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

TEMbuenosaires2018trentoAlessia Mabboni (Arco Climbing), Daniele Galvagni (A.S.D. Atletica Alto Garda Ledro), Matteo Cova, Lorenzo Scottini, Aurora Manica, Michelle Iseppi (A.S.D. Isera), Angelica Sinisgalli (A.S.D. Tennis Club Tione), Michele Valentinotti (U.S. San Rocco), Sofia Renna, Alex Demurtas (A.S.D. Fraglia Vela). Sono questi i giovani atleti trentini - classe 2004, 2005 e 2006 -; vincitori della seconda edizione del “Contest TEM” svoltasi in occasione della finale nazionale del Trofeo CONI Kinder+Sport 2018 andata in scena in quel di Rimini dal 20 al 23 settembre. Grazie a questo primato la delegazione provinciale ha ricevuto in premio un viaggio a Buenos Aires, dal 4 al 10 ottobre, messo a disposizione da Kinder+Sport per assistere agli Youth Olympic Games 2018 (YOG), rassegna sportiva multidisciplinare patrocinata dal Comitato Olimpico Internazionale, che vede protagonisti i ragazzi tra i 15 e i 18 anni. La delegazione trentina volerà quindi in Argentina accompagnata da due rappresentanti del Comitato Provinciale e verrà accolta dal presidente Giovanni Malagò.

Il successo nel “Contest TEM”, ideato a fini scientifici e di ricerca dall'Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del CONI in accordo con la Direzione Territorio e Promozione del Comitato Olimpico Italiano con l’obiettivo di raccogliere dati sulle capacità/abilità motorie in ambito giovanile, è arrivato grazie alla somma dei punteggi ottenuti dai dieci atleti trentini. Un primato incorniciato dai fuochi d’artificio a conclusione della cerimonia di premiazione che si è svolta al Parco Fellini di Rimini.

«I miei complimenti vanno a tutti gli atleti trentini e agli accompagnatori che hanno partecipato alle finali nazionali del Trofeo CONI 2018», ha dichiarato la presidente del Comitato Provinciale, Paola Mora. «Il successo ottenuto nel Contest TEM, oltre alle prestazioni di rilievo ottenute nelle varie discipline della rassegna sono concreta dimostrazione del buon lavoro svolto dal movimento sportivo giovanile trentino che con passione promuove lo sport ed i suoi valori. Il Trofeo CONI coinvolge ragazzi dai 10 ai 14 anni in ben 45 discipline sportive differenti. Nonostante questi numeri vi sono alcune Federazioni Sportive e Discipline Sportive Associate che non possono ancora partecipare con i propri atleti. Questo è un aspetto che porterò a discussione in sede nazionale perché tutti i giovani sportivi meritevoli devono aver l’opportunità di vivere momenti di sana aggregazione e gioco in un contesto che costituisce il primo approccio all’eccellenza».

Il Trentino ha conquistato inoltre il primato nello sport orientamento con Forlin, Orsingher, De Bona, Gaio (U.S.Primiero) e nella lotta con Troka (A.S.D. Ancorvis), Pessoa, Faccio (A.S.D. Isera), Caresia e Gasperini (A.S.D. Lotta Club Rovereto). In evidenza anche nell’arrampicata con il secondo posto assoluto ottenuto da Pisoni (A.S.D. Boulder City), Matuella, Zane con  Alessia Mabboni (Arco Climbing) che si aggiudica entrambe le specialità in programma: boulder e speed. Vittoria nella vela per Emma Mattivi e terzo gradino del podio nella vela per la coppia Demurtas-Cesana, tutti atleti in seno all’A.S.D. Fraglia Vela.


Targa Contest TEM Sanbapolis

bann sportdiclasse

Banner 2